Sei un'associazione di categoria?

Sei un'associazione di categoria?

PROVA DEMO
Logo PortaleAgenti

Perchè scegliere PortaleAgenti?

Con PortaleAgenti non solo potrai eseguire il calcolo delle indennità di fine rapporto dei tuoi clienti in maniera facile e veloce, ma proprio per la sua semplicità potrai fare previsioni future sull'andamento dei rapporti, condividere direttamente con i tuoi colleghi (o con le mandanti) i tuoi risultati.

Conteggio Full - PortaleAgenti Conteggio Full - PortaleAgenti

Conteggio Full

Il più usato da avvocati e commercialisti

Il più usato da avvocati e commercialisti

Il conteggio FULL fornisce i risultati e tutte le indicazioni dettagliate sui passaggi necessari per l’esecuzione del conteggio. Si può scegliere questo tipo di calcolo più dettagliato per argomentare con le controparti le modalità di esecuzione dei conteggi e fornire un resoconto dettagliato qualora sia necessario utilizzare i conteggi in occasione di una vertenza legale o di una trattativa.


€77,99

per singolo
conteggio

Scegli Full

Il conteggio FULL fornisce i risultati e tutte le indicazioni dettagliate sui passaggi necessari per l’esecuzione del conteggio. Si può scegliere questo tipo di calcolo più dettagliato per argomentare con le controparti le modalità di esecuzione dei conteggi e fornire un resoconto dettagliato qualora sia necessario utilizzare i conteggi in occasione di una vertenza legale o di una trattativa.


€77,99

per singolo
conteggio

Scegli Full

Iscriviti e ricevi un codice sconto!

Consensi Privacy

Il tuo consenso è per noi importante:

Tipi di conteggio

  • FIRR

    FIRR è la sigla con cui viene comunemente chiamata la prima delle indennità di fine rapporto previste dalla contrattazione collettiva. Gli accordi del settore industria e commercio prevedono, infatti, tre indennità: l’indennità di risoluzione del rapporto (comunemente detta FIRR), l’Indennità suppletiva di clientela e l’indennità meritocratica. Il FIRR di ogni anno viene versato dalle mandati all’ENASARCO entro il 31 marzo dell’anno successivo.

  • Indennità suppletiva di clientela (ISC)

    L’Indennità suppletiva di clientela è la seconda delle indennità di fine rapporto previste dalla contrattazione collettiva. È rappresentata da una percentuale sull'ammontare globale delle provvigioni per le quali è sorto il diritto al pagamento per tutta la durata del rapporto. La percentuale varia in base all’accordo economico collettivo applicabile a agli anni di durata del rapporto.

  • Indennità meritocratica

    L’Indennità meritocratica è la terza delle indennità di fine rapporto previste dalla contrattazione collettiva. E’ strettamente collegata all’incremento della clientela/fatturato apportato dall’agente. E’ un conteggio complesso che deve tener conto di numerose variabili e le modalità di calcolo dell’indennità meritocratica dei settori commerciale e industriale sono tra loro molto differenti.

  • Determinazione del massimo dell'indennità europea prevista dall'articolo 1751 del codice civile

    L’indennità di fine rapporto è prevista dall’articolo 1751 del codice civile e deve la sua formulazione ad una norma comunitaria, ovvero la direttiva n. 653 del 18 dicembre 1986. Per questo, è anche detta “indennità europea”. Non è possibile determinare con precisione l’importo dovuto in base a questa indennità, in quanto la norma prevede unicamente l'importo massimo erogabile a favore dell'agente. Per tale motivo la piattaforma determina l'importo massimo a cui l'agente può aspirare.

  • Patto di non concorrenza post contrattuale (IPNCPC)

    Sia il codice civile che la contrattazione collettiva prevedono che, il patto che vincola l’agente a non esercitare attività in concorrenza dopo la cessazione del rapporto, debba essere remunerato. La piattaforma determina l’importo dovuto all’agente in base ai diversi accordi economici collettivi applicabili al rapporto.